Soffritto

Da Wibo.

Soffriggere letteralmente significa cuocere degli ingredienti (usualmente verdure) in un grasso ad una temperatura di poco inferiore a quella della frittura, usando molto meno grasso di quello necessario per friggere. Spesso si intende invece la cottura nel grasso senza colorazione o con colorazione leggera (anche se in questo caso bisognerebbe parlare di imbionditura). Il soffritto classico è composto da cipolla, sedano e carote a cubetti o fettine, usando come grasso l'olio extravergine d'oliva, e aggiungendo eventualmente erbe forti quali alloro e rosmarino.
Con rosolare invece si intende cuocere in un grasso (in quantità molto inferiore a quella usata per la Frittura) a fuoco basso o vivace a seconda degli ingredienti usati, differenti tipi di alimenti portandoli al color rosa (in ordine crescente di coloritura abbiamo l'imbiondimento, la rosolatura, la doratura e il soffritto).
Gli aromi si estraggono fra gli 80°C ed i 90°C, conviene quindi non superare questa temperatura se non si vogliono sentire retrogusti di soffrittura nel piatto.

Strumenti personali